0- Spunti per la lettura

LEGGIAMO IL  DEUTERONOMIO

8 - luglio - 2024

* Lettura 12 Israele Moabiti e Ammoniti

Dt 2,9 « JHWH mi disse: Non attaccare Moab e non gli muovere guerra, perché io non ti darò nulla da possedere nel suo paese; infatti ho dato Ar ai figli di Lot, come loro proprietà.
10 Prima vi abitavano gli Emim: popolo grande, numeroso, alto di statura come gli Anakiti. 11 Erano anch'essi considerati Refaim come gli Anakiti; ma i Moabiti li chiamavano Emim. 12 Anche Seir era prima abitata dagli Hurriti, ma i figli di Esaù li scacciarono, li distrussero e si stabilirono al posto loro, come ha fatto Israele nel paese che possiede e che JHWH gli ha dato.
13 Ora alzatevi e passate il torrente Zered! E attraversammo il torrente Zered. 14 La durata del nostro cammino, da Kades-Barnea al passaggio del torrente Zered, fu di trentotto anni, finché tutta quella generazione di uomini atti alla guerra scomparve dall'accampamento, come JHWH aveva loro giurato. 15 Anche la mano di JHWH era stata contro di loro, per sterminarli dall'accampamento finché fossero annientati. 16 Quando tutti quegli uomini atti alla guerra furono passati nel numero dei morti, 17 JHWH mi disse: 18 Oggi tu stai per passare i confini di Moab, ad Ar, e ti avvicinerai agli Ammoniti. 19 Non li attaccare e non muover loro guerra, perché io non ti darò nessun possesso nel paese degli Ammoniti; infatti l'ho dato in proprietà ai figli di Lot.
20 Anche questo paese era reputato paese di Refaim: prima vi abitavano i Refaim e gli Ammoniti li chiamavano Zanzummim: 21 popolo grande, numeroso, alto di statura come gli Anakiti; ma JHWH li aveva distrutti davanti agli Ammoniti, che li avevano scacciati e si erano stabiliti al loro posto. 22 Così JHWH aveva fatto per i figli di Esaù che abitano in Seir, quando distrusse gli Hurriti davanti a loro; essi li scacciarono e si stabilirono al loro posto e vi sono rimasti fino ad oggi. 23 Anche gli Avviti, che dimoravano in villaggi fino a Gaza, furono distrutti dai Kaftoriti, usciti da Kaftor, i quali si stabilirono al loro posto».

Nella lettura precedente abbiamo visto come Israele su comando di Dio ha trattato i discendenti di Esaù, passando presso i loro territori e pagando tutto quello di cui aveva bisogno per il proprio sostentamento.
La stessa cosa si dovrà ripetere in questo caso a riguardo dei discendenti di Lot.
            Chi era Lot ? Lot  era quel nipote di Abramo che parti insieme al nostro patriarca da Carran (Mesopotamia) seguendolo in tutte la sue vicende fino a che le greggi divennero così numerose da rendere insufficienti i pascoli. Fu presa così la decisione di dividersi e Lot scelse la ricca valle del Giordano stabilendosi a Sodoma. Quando Sodoma e Gomorra vennero distrutte a causa della gravità dei peccati che là si commettevano, Lot dovette fuggire e finì per stabilirsi, sempre in preda alla paura per quello che aveva visto, in una caverna insieme alle due figlie. Queste raggiunta l'età da marito, non abitando nessuno nei dintorni, decisero, con inganno, di unirsi al padre. Così vennero alla luce due figli Lot: Moab e Ammon, come recita il seguente passaggio:

Gn 19,37 «La maggiore partorì un figlio e lo chiamò Moab. Costui è il padre dei Moabiti che esistono fino ad oggi. 38 Anche la più piccola partorì un figlio e lo chiamò «Figlio del mio popolo». Costui è il padre degli Ammoniti che esistono fino ad oggi».

Abbiamo trattato questa storia nella Lettura 71 di Genesi.

La distruzione di Sodoma e Gomorra a causa dei loro peccati evidenzia che secondo questa teologia, è Dio che sceglie quando dare o togliere un certo territorio.
Così, nel nostro caso, Dio protegge la terra dei moabiti e degli ammoniti perché discendenti di Lot e parenti di Abramo, mentre toglierà Canaan ai cananei a causa dei loro peccati assegnando quella terra a Israele.
Questo principio è tanto più evidente se rileviamo che le terre di Moab e Ammon prima erano in possesso di altri popoli. I nomi di essi creano una certa confusione perché alcuni sono citati due volte, altri una volta sola. Allora cerchiamo di passarli in rassegna partendo da quelli nominati per primi.

Emim secondo alcuni autori è un popolo probabilmente emigrato dall'occidente, ma non si posseggono notizie più precise. Infatti essi sono assimilati agli Anakiti o Anaqiti ritenuti dei giganti. L'idea di una popolazione preistorica gigantesca deriva dalla ritrovamento di costruzioni enormi che ha stimolato la fantasia di chi le vedeva. Quello che si vuole comunicare è che questi giganti sono stati sconfitti dai Moabiti grazie all'intervento di JHWH.

            La stessa cosa vale per i discendenti di Esaù che hanno eliminato gli Hurriti sempre per l'intervento di Dio, come abbiamo già visto nella lettura precedente. Degli Hurriti o Horriti, si sa che erano un grande popolo situato a nord della Mesopotamia, nel nostro caso si tratterebbe di un piccolo gruppo emigrato in occidente..

Refaim è un nome spesso usato nella Bibbia per indicare collettivamente i popoli che abitavano la Palestina nei tempi antichi.

Abbiamo anche Avviti che abitavano costa pianeggiante e furono annientati da Kaftoriti. Questi si ritenevano provenienti da Kaftor, città di Creta. Storicamente dobbiamo ricordare che tra il 1200 e il 1000 a. C. la Palestina vede un progressivo arrivo di "Popolo del Mare", così nominati in altri luoghi della Bibbia, che saranno poi chiamati Filistei, in occidente conosciuti come Fenici i quali diventeranno padroni di tutte le coste del Mediterraneo. Ecco le prime invasioni provengono da Kaftor, cioè isola di Creta. E sappiamo quante guerre dovranno fare i primi re di Israele, Saul e Davide contro i Filistei. Sarà il loro nome in parte alterato con il quale i Romani battezzeranno la Palestina.

            Però anche se ci ripetiamo, tutto questo serve a dire che il possesso o la perdita della terra è sempre opera di JHWH. Contro la sua decisione l'uomo non può nulla.

Forse questa idea che siano le divinità ad assegnare la terra ad un popolo spiega la sacralità della terra e dei suoi confini che non possono essere attraversati da stranieri senza un esplicito permesso. Non dimentichiamo che alle origini di Roma sta l'uccisione di Remo da parte deel fratello Romolo che ha attraversato il solco quale confine della sua città.

            Tornando al nostro libro, è opportuno ricordare che l'Opera Deuteronomica nasce nel post esilio quando il Regno d'Israele, prima, e quello Giuda poi, non c'erano più.
Allora sorge la domanda: come mai questi due Regni sono spariti tra le nazioni?

"Perché Israele non aveva osservato la Torah"

Questa è la teologia che ispira il Deuteronomio.

Per leggere le lezioni precedenti
CLICCA QUI