Vesperi - Ambrosiano

Domenica della  3^  settimana di Avvento
Vesperi  secondi

Signore, ascolta la nostra preghiera.
E il nostro grido giunga fino a te.

RITO DELLA LUCE
Un tempo eravamo tenebre,
ma ora siamo luce nel Signore.
Il figlio della luce si compiace
di tutto ciò che è buono, giusto e vero.

O tu che dormi, su dèstati e sorgi
allo splendore di Cristo risorto.
Il figlio della luce si compiace
di tutto ciò che è buono, giusto e vero.

Un tempo eravamo tenebre,
ma ora siamo luce nel Signore.
Il figlio della luce si compiace
di tutto ciò che è buono, giusto e vero.

INNO
Tu che la notte trapunti di stelle
e di luce celeste orni le menti,
Signore che tutti vuoi salvi,
ascolta chi ti implora!

L’acerba sorte dell’uomo
ha toccato il tuo cuore:
sul mondo sfinito rinasce
il fiore della speranza.

Al vespro volge la storia del mondo;
tu, disposando l’umana natura
nell’inviolato grembo di una vergine,
sei venuto a salvarci.

Compassionevole, tu sei Signore,
ogni cosa a te piega il ginocchio:
il cielo e la terra adoranti
confessano il tuo dominio.

E quando scenderà l’ultima sera,
santo e supremo Giudice, verrai:
oh! non lasciare in quell’ora al Maligno
chi si è affidato a te!

A te cantiamo gloria,
o Cristo, Re pietoso,
con il Padre e lo Spirito
nella distesa dei secoli. Amen.

SALMODIA
Salmo 109, 1-5. 7
Il Messia, re e sacerdote
«Vedrete il Figlio dell’uomo seduto alla destra della Potenza» (Mc 14, 62).

Ant. Popolo di Sion, ecco il Signore verrà *
a salvare le genti.

Oracolo del Signore al mio Signore: *
«Siedi alla mia destra,

finché io ponga i tuoi nemici *
a sgabello dei tuoi piedi».

Lo scettro del tuo potere stende il Signore da Sion: *
«Domina in mezzo ai tuoi nemici.

A te il principato nel giorno della tua potenza *
tra santi splendori;

dal seno dell’aurora, *
come rugiada, io ti ho generato».

Il Signore ha giurato e non si pente: *
«Tu sei sacerdote per sempre al modo di Melchisedek».

Il Signore è alla tua destra, *
annienterà i re nel giorno della sua ira.

Lungo il cammino si disseta al torrente *
e solleva alta la testa.

Gloria.

Ant. Popolo di Sion, ecco il Signore verrà *
a salvare le genti.

Salmo 110
Grandi le opere del Signore
Grandi e mirabili sono le tue opere, o Signore Dio onnipotente (Ap 15, 3).

Ant. Il Signore mostrò al suo popolo la potenza delle sue opere: *
le opere delle sue mani sono verità e giustizia.

Renderò grazie al Signore con tutto il cuore, *
nel consesso dei giusti e nell’assemblea.

Grandi sono le opere del Signore, *
le contemplino coloro che le amano.

Le sue opere sono splendore di bellezza, *
la sua giustizia dura per sempre.

Ha lasciato un ricordo dei suoi prodigi: *
pietà e tenerezza è il Signore.

Egli dà il cibo a chi lo teme, *
si ricorda sempre della sua alleanza.

Mostrò al suo popolo la potenza delle sue opere, *
gli diede l’eredità delle genti.

Le opere delle sue mani sono verità e giustizia, *
stabili sono tutti i suoi comandi,

immutabili nei secoli, per sempre, *
eseguiti con fedeltà e rettitudine.

Mandò a liberare il suo popolo, *
stabilì la sua alleanza per sempre.

Santo e terribile il suo nome. *
Principio della saggezza è il timore del Signore,

saggio è colui che gli è fedele; *
la lode del Signore è senza fine.

Gloria.

Ant. Il Signore mostrò al suo popolo la potenza delle sue opere: *
le opere delle sue mani sono verità e giustizia.

PRIMA ORAZIONE
Accogli, o Dio di misericordia,
la preghiera del tuo popolo:
a noi, gioiosi per la venuta del tuo Figlio unigenito
nell’umiltà della carne,
dona il premio della vita eterna
al suo ritorno come Signore glorioso,
che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

CANTICO DELLA BEATA VERGINE
Esultanza dell’anima nel Signore
Sia in ciascuno l’anima di Maria a magnificare il Signore, sia in ciascuno lo spirito di Maria a esultare in Dio (S. Ambrogio).

Ant. «Il cielo e la terra passeranno, *
ma le mie parole non passeranno» - dice il Signore -.

L’anima mia magnifica il Signore *
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l’umiltà della sua serva. *
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia *
si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, *
ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati, *
ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, *
ricordandosi della sua misericordia,

come aveva promesso ai nostri padri, *
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

Gloria.

L’anima mia magnifica il Signore.

Ant. «Il cielo e la terra passeranno, *
ma le mie parole non passeranno» – dice il Signore –.
Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison.

SECONDA ORAZIONE
O Dio, che nella venuta del tuo Figlio unigenito
hai risollevato l’uomo, caduto in potere della morte,
a noi che ne proclamiamo con gioia
l’incarnazione gloriosa
dona di entrare in comunione di vita con il Redentore,
che vive e regna nei secoli dei secoli.

COMMEMORAZIONE DEL BATTESIMO
Cantico cfr Ap 11, 17-18; 12, 10b-12a

Il giudizio di Dio
La verità è venuta, la figura non ha più senso. È venuta la vita, s’è dissolto il regno della morte. È venuta la remissione dei peccati e sono state spezzate le catene del peccato (S. Ambrogio).

Ant. Il Signore nostro verrà con potenza: *
visiterà il suo popolo nella pace e gli donerà la vita eterna.

Noi ti rendiamo grazie, Signore Dio onnipotente, *
che sei e che eri,

perché hai messo mano alla tua grande potenza, *
e hai instaurato il tuo regno.

Le genti fremettero †
ma è giunta l’ora della tua ira, *
il tempo di giudicare i morti,

di dare la ricompensa ai tuoi servi, †
ai profeti e ai santi *
e a quanti temono il tuo nome, piccoli e grandi.

Ora si è compiuta la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio *
e la potenza del suo Cristo,

poiché è stato precipitato l’Accusatore; †
colui che accusava i nostri fratelli, *
davanti al nostro Dio giorno e notte.

Essi lo hanno vinto per il sangue dell’Agnello †
e la testimonianza del loro martirio, *
perché hanno disprezzato la vita fino a morire.

Esultate, dunque, o cieli, *
rallegratevi e gioite, voi tutti che abitate in essi.

Gloria.

Ant. Il Signore nostro verrà con potenza: *
visiterà il suo popolo nella pace e gli donerà la vita eterna.

ORAZIONE
Padre d’immenso amore,
che nel battesimo ci inviti a respingere
gli atti tenebrosi del male,
concedi ai tuoi fedeli di contemplare un giorno
la gloria luminosa del tuo volto
alla seconda venuta del Salvatore,
che vive e regna nei secoli dei secoli.

INTERCESSIONI
Imploriamo Gesù Cristo, via, verità e vita, e umilmente preghiamo:
Signore, vieni e resta con noi.

Figlio dell’Altissimo, annunziato alla Vergine dall’angelo Gabriele,
- vieni e regna sul tuo popolo.

Santo di Dio, che hai fatto trasalire di gioia il Precursore nel grembo di sua madre,
- vieni e dona al mondo la felicità di sentirsi redento.

Gesù Salvatore, che porti un nome benedetto, rivelato a Giuseppe dal cielo,
- vieni a liberare gli uomini dai loro peccati.

Luce del mondo, che tutti i giusti hanno atteso,
- vieni e consola la nostra speranza.

Sole che sorgi e non conosci tramonto, e visiti dall’alto la nostra notte,
- vieni e illumina quanti stanno nell’ombra di morte.

Rendiamo grazie al Padre,
che in Cristo ci ha dato la salvezza,
e diciamo:

Padre nostro.

CONCLUSIONE
Il Signore ci benedica e ci custodisca.
Amen.

Oppure:

La santa Trinità ci salvi e ci benedica.
Amen.