Ora media - Ambrosiano

Ora media - Ambrosiano

Martedì della IV settimana di Avvento

O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.


Gloria. Alleluia.

INNI

- verso le 9 del mattino
si dice l’inno di TERZA

Tu che invocato ti effondi,
con il Padre e col Figlio unico Dio,
o Spirito, discendi
senza indugio nei cuori.

Gli affetti, i pensieri, la voce
cantino la tua lode;
la tua fiamma divampi
e gli uomini accenda d’amore.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli. Amen.

- verso le 12
si dice l’inno di SESTA

O Dio glorioso, altissimo sovrano,
che i tempi diversi alternando,
orni di dolce chiarità il mattino
e l’infocato meriggio avvampi,

placa la furia delle discordie,
spegni il funesto ardore dell’odio,
dona alle membra sanità e vigore,
agli animi dona la pace.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli. Amen.

- verso le 15
si dice l’inno di NONA

Perpetuo vigore degli esseri,
che eterno e immutabile stai
e la vicenda regoli del giorno
nell’inesausto gioco della luce,

la nostra sera irradia
del tuo vitale splendore;
premia la morte dei giusti
col giorno che non tramonta.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli. Amen.

SALMODIA
Salmo 118,137-144 XVIII (Sade)
Meditazione della legge di Dio
Il giusto nelle sue avversità loda la giustizia di Dio (S. Ambrogio).

Ant. Purissima è, Signore, la tua parola, *
il tuo servo la predilige.

Tu sei giusto, Signore, *
e retto nei tuoi giudizi.

Con giustizia hai ordinato le tue leggi *
e con fedeltà grande.

Mi divora lo zelo della tua casa, *
perché i miei nemici dimenticano le tue parole.

Purissima è la tua parola, *
il tuo servo la predilige.

Io sono piccolo e disprezzato, *
ma non trascuro i tuoi precetti.

La tua giustizia è giustizia eterna *
e verità è la tua legge.

Angoscia e affanno mi hanno colto, *
ma i tuoi comandi sono la mia gioia.

Giusti sono i tuoi insegnamenti per sempre, *
fammi comprendere e avrò la vita.

Gloria.

Ant. Purissima è, Signore, la tua parola, *
il tuo servo la predilige.

Salmo 87
Preghiera di un uomo gravemente malato
Colui che non aveva conosciuto il peccato, Dio lo trattò da peccato in nostro favore (2 Cor 5, 21).

I (2-8)

Ant. Signore, Dio della mia salvezza, *
davanti a te grido giorno e notte. †

Signore, Dio della mia salvezza, *
davanti a te grido giorno e notte.

† Giunga fino a te la mia preghiera, *
tendi l’orecchio al mio lamento.

Io sono colmo di sventure, *
la mia vita è vicina alla tomba.

Sono annoverato tra quelli che scendono nella fossa, *
sono come un morto ormai privo di forza.

È tra i morti il mio giaciglio, *
sono come gli uccisi stesi nel sepolcro,

dei quali tu non conservi il ricordo *
e che la tua mano ha abbandonato.

Mi hai gettato nella fossa profonda, *
nelle tenebre e nell’ombra di morte.

Pesa su di me il tuo sdegno *
e con tutti i tuoi flutti mi sommergi.

Gloria.

Ant. Signore, Dio della mia salvezza, *
davanti a te grido giorno e notte.

II (9-19)

Ant. Tutto il giorno ti chiamo, Signore, *
verso di te protendo le mie mani.

Hai allontanato da me i miei compagni, *
mi hai reso per loro un orrore.

Sono prigioniero senza scampo; *
si consumano i miei occhi nel patire.

Tutto il giorno ti chiamo, Signore, *
verso di te protendo le mie mani.

Compi forse prodigi per i morti? *
O sorgono le ombre a darti lode?

Si celebra forse la tua bontà nel sepolcro, *
la tua fedeltà negli inferi?

Nelle tenebre si conoscono forse i tuoi prodigi, *
la tua giustizia nel paese dell’oblio?

Ma io a te, Signore, grido aiuto, *
e al mattino giunge a te la mia preghiera.

Perché, Signore, mi respingi, *
perché mi nascondi il tuo volto?

Sono infelice e morente dall’infanzia, *
sono sfinito, oppresso dai tuoi terrori.

Sopra di me è passata la tua ira, *
i tuoi spaventi mi hanno annientato,

mi circondano come acqua tutto il giorno, *
tutti insieme mi avvolgono.

Hai allontanato da me amici e conoscenti, *
mi sono compagne solo le tenebre.

Gloria.

Ant. Tutto il giorno ti chiamo, Signore, *
verso di te protendo le mie mani.

TERZA

LETTURA BREVE
Mic 4,6-7

«In quel giorno – dice il Signore – radunerò gli zoppi, raccoglierò gli sbandati e coloro che ho trattato duramente. Degli zoppi io farò un resto, degli sbandati una nazione forte». E il Signore regnerò su di loro sul monte Sion, da allora e per sempre.

RESPONSORIO
Viene il nostro Dio

Viene il nostro Dio. *
Egli non sta in silenzio.

Davanti a lui un fuoco divorante.

Egli non sta in silenzio.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Viene il nostro Dio. *
Egli non sta in silenzio.

ORAZIONE
O Dio, risveglia la tua forza e vieni;
la tua pietà ci sottragga ai castighi che ci sovrastano
e la tua azione liberatrice ci salvi.
Per Cristo nostro Signore.

CONCLUSIONE
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.

SESTA

LETTURA BREVE
Sir 32,14.16

Chi teme il Signore accetterà la correzione, coloro che lo ricercano troveranno il suo favore. Quanti temono il Signore troveranno la giustizia, le loro virtù brilleranno come luci.

RESPONSORIO
Aspetto da te la salvezza, Signore.

Aspetto da te la salvezza, Signore, *
e obbedisco ai tuoi comandi.

Custodisco i tuoi insegnamenti.

E obbedisco ai tuoi comandi.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Aspetto da te la salvezza, Signore, *
e obbedisco ai tuoi comandi.

ORAZIONE
La tua Chiesa ti supplica, o Dio:
infondi in noi la tua forza mirabile;
vieni in nostra difesa e adempi ogni speranza
con la presenza gloriosa del tuo Figlio,
che vive e regna nei secoli dei secoli.

CONCLUSIONE
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.

NONA

LETTURA BREVE
Zac 8,7-8

Così dice il Signore degli eserciti: «Ecco, io salvo il mio popolo dalla terra d’oriente e d’occidente: li ricondurrò ad abitare in Gerusalemme; saranno il mio popolo e io sarò il loro Dio, nella fedeltà e nella giustizia».

RESPONSORIO
Il Signore è mio rifugio.

Il Signore è mio rifugio, *
e mia liberazione.

Mio scudo in cui confido.

E mia liberazione.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Il Signore è mio rifugio, *
e mia liberazione.

ORAZIONE
O Dio, risveglia la tua forza e vieni;
la tua pietà ci sottragga ai castighi che ci sovrastano
e la tua azione liberatrice ci salvi.
Per Cristo nostro Signore.

Oppure:

La tua Chiesa ti supplica, o Dio:
infondi in noi la tua forza mirabile;
vieni in nostra difesa e adempi ogni speranza
con la presenza gloriosa del tuo Figlio,
che vive e regna nei secoli dei secoli.

CONCLUSIONE
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.