Ora media - Ambrosiano

Ora media - Ambrosiano

Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe

O Dio, vieni a salvarmi.
Signore vieni presto in mio aiuto.


Gloria. Alleluia.

INNI

- verso le 9 del mattino
si dice l’inno di TERZA


È l’ora terza. Gesù Signore
sale ingiuriato la croce,
ma noi pensosi gli offriamo
l’affetto di un animo orante.

Se in te nasce il Figlio di Dio,
la vita conservi incolpevole
e, con voce assidua implorando,
dischiudi il tuo cuore allo Spirito.

Quest’ora ha segnato la fine
al lungo torpore del male,
ha debellato la morte,
ha cancellato la colpa.

Di qui l’epoca inizia
della salvezza di Cristo,
nelle Chiese dell’universo
la verità s’irradia della fede.

Dalla gloria del suo patibolo
Gesù parla alla Vergine:
Ecco tuo figlio, o donna;
Giovanni, ecco tua madre.

Al vincolo di giuste nozze,
avvolte in profondo mistero,
era solo affidato in custodia
l’onore della Madre.

Stupendi prodigi dal cielo
confermano l’alto disegno;
la turba malvagia non crede,
chi crede ritrova salvezza.

Credo in un Dio Unigenito,
nato tra noi dalla Vergine,
che ha tolto i peccati del mondo
e siede alla destra del Padre.

Gloria si canti all’unico Dio
e a Gesù Cristo Signore,
con lo Spirito santo
negli infiniti secoli. Amen.

- verso le 12
si dice l’inno di SESTA


O Dio glorioso, altissimo sovrano,
che i tempi diversi alternando,
orni di dolce chiarità il mattino
e l’infocato meriggio avvampi,

placa la furia delle discordie,
spegni il funesto ardore dell’odio,
dona alle membra sanità e vigore,
agli animi dona la pace.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli. Amen.

- verso le 15
si dice l’inno di NONA


Perpetuo vigore degli esseri,
che eterno e immutabile stai
e la vicenda regoli del giorno
nell’inesausto gioco della luce,

la nostra sera irradia
del tuo vitale splendore;
premia la morte dei giusti
col giorno che non tramonta.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli. Amen.

SALMODIA
Salmo 18 B
Lode a Dio, Signore della legge
I giudizi del Signore sono dolci per chi li custodisce, ma sono amari certamente per chi li trascura (S. Ambrogio).

Ant. I suoi genitori portarono Gesù a Gerusalemme *
per offrirlo al Signore.


La legge del Signore è perfetta, *
rinfranca l’anima;

la testimonianza del Signore è verace, *
rende saggio il semplice.

Gli ordini del Signore sono giusti, *
fanno gioire il cuore;

i comandi del Signore sono limpidi, *
danno luce agli occhi.

Il timore del Signore è puro, dura sempre; *
i giudizi del Signore sono tutti fedeli e giusti,

più preziosi dell’oro, di molto oro fino, *
più dolci del miele e di un favo stillante.

Anche il tuo servo in essi è istruito, *
per chi li osserva è grande il profitto.

Le inavvertenze chi le discerne? *
Assolvimi dalle colpe che non vedo.

Anche dall’orgoglio salva il tuo servo *
perché su di me non abbia potere;

allora sarò irreprensibile, *
sarò puro dal grande peccato.

Ti siano gradite *
le parole della mia bocca,

davanti a te i pensieri del mio cuore. *
Signore, mia rupe e mio redentore.

Gloria.

Ant. I suoi genitori portarono Gesù a Gerusalemme *
per offrirlo al Signore.


Salmo 111
Beatitudine dell’uomo giusto
È contro la giustizia che il tuo simile non venga aiutato da te, dal momento che il Signore Dio nostro ha voluto dare la terra come possesso comune di tutti gli uomini e a tutti ha destinato i suoi frutti (S. Ambrogio).

Ant. Gesù partì con loro e tornò a Nazareth *
e stava loro sottomesso.


Beato l’uomo che teme il Signore *
e trova grande gioia nei suoi comandamenti.

Potente sulla terra sarà la sua stirpe, *
la discendenza dei giusti sarà benedetta.

Onore e ricchezza nella sua casa, *
la sua giustizia rimane per sempre.

Spunta nelle tenebre come luce per i giusti, *
buono, misericordioso e giusto.

Felice l’uomo pietoso che dà in prestito, *
amministra i suoi beni con giustizia.

Egli non vacillerà in eterno: *
Il giusto sarà sempre ricordato.

Non temerà annunzio di sventura, *
saldo è il suo cuore, confida nel Signore.

Sicuro è il suo cuore, non teme, *
finché trionferà dei suoi nemici.

Egli dona largamente ai poveri, †
la sua giustizia rimane per sempre, *
la sua potenza s’innalza nella gloria.

L’empio vede e si adira, †
digrigna i denti e si consuma. *
Ma il desiderio degli empi fallisce.

Gloria.

Ant. Gesù partì con loro e tornò a Nazareth *
e stava loro sottomesso.


Salmo 127
La pace di Dio nella famiglia che gli è fedele
La tua anima, avendo ricevuto il seme della parola di Dio, sia consapevole della sua fecondità (S. Ambrogio).

Ant. Gesù cresceva in sapienza, età e grazia *
davanti a Dio e agli uomini.


Beato l’uomo che teme il Signore *
e cammina nelle sue vie.

Vivrai del lavoro delle tue mani, *
sarai felice e godrai d’ogni bene.

La tua sposa come vite feconda *
nell’intimità della tua casa;

i tuoi figli come virgulti d’ulivo *
intorno alla tua mensa.

Così sarà benedetto l’uomo che teme il Signore. *
Ti benedica il Signore da Sion!

Possa tu vedere la prosperità di Gerusalemme *
per tutti i giorni della tua vita.

Possa tu vedere i figli dei tuoi figli. *
Pace su Israele!

Gloria.

Ant. Gesù cresceva in sapienza, età e grazia *
davanti a Dio e agli uomini.

TERZA

LETTURA BREVE
Rm 5,19

Fratelli, come per la disobbedienza di uno solo tutti sono stati costituiti peccatori, così anche per l’obbedienza di uno solo tutti saranno costituiti giusti.

RESPONSORIO
Il Signore si è fatto povero per noi.

Il Signore si è fatto povero per noi. *
Alleluia, alleluia.

Perché diventassimo ricchi per mezzo della sua povertà.

Alleluia. Alleluia.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Il Signore si è fatto povero per noi. *
Alleluia, alleluia.

ORAZIONE
Signore Gesù Cristo,
che sottomettendoti a Giuseppe e a Maria
hai santificato con le tue virtù sublimi
la vita domestica,
donaci di imitare gli esempi della tua santa famiglia
e di aver parte un giorno
nella grande famiglia del cielo.
Tu che sei Dio, e vivi e regni con il Padre,
nell'unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

CONCLUSIONE
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.

SESTA

LETTURA BREVE
Col 3,12-13

Fratelli, rivestitevi, come eletti di Dio, santi e amati, di sentimenti di misericordia, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di pazienza, sopportandovi a vicenda e perdonandovi scambievolmente, se qualcuno abbia di che lamentarsi nei riguardi degli altri. Come il Signore vi ha perdonato, così fate anche voi.

RESPONSORIO
Il Signore ci indica le sue vie.

Il Signore ci indica le sue vie. *
Alleluia, alleluia.

Perché possiamo camminare nei suoi sentieri.

Alleluia. Alleluia.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Il Signore ci indica le sue vie. *
Alleluia, alleluia.

ORAZIONE
Accresci, o Dio, la fede e l’impegno religioso
nelle famiglie cristiane;
fa’ che, aiutate dalla santa famiglia di Nazareth,
nelle insidie della vita terrena
conservino sempre la stabilità e la pace.
Per Cristo nostro Signore.

CONCLUSIONE
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.

NONA

LETTURA BREVE
Col 3,14-15

Fratelli, al di sopra di tutto vi sia la carità, che è il vincolo della perfezione. E la pace di Cristo regni nei vostri cuori, perché ad essa siete stati chiamati in un solo corpo. E siate riconoscenti!

RESPONSORIO
Tutti i tuoi figli saranno discepoli del Signore.

Tutti i tuoi figli saranno discepoli del Signore. *
Alleluia, alleluia.

E la loro posterità sarà grande.

Alleluia. Alleluia.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Tutti i tuoi figli saranno discepoli del Signore. *
Alleluia, alleluia.

ORAZIONE
Signore Gesù Cristo,
che sottomettendoti a Giuseppe e a Maria
hai santificato con le tue virtù sublimi
la vita domestica,
donaci di imitare gli esempi della tua santa famiglia
e di aver parte un giorno
nella grande famiglia del cielo.
Tu che sei Dio, e vivi e regni con il Padre,
nell'unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure:

Accresci, o Dio, la fede e l’impegno religioso
nelle famiglie cristiane;
fa’ che, aiutate dalla santa famiglia di Nazareth,
nelle insidie della vita terrena
conservino sempre la stabilità e la pace.
Per Cristo nostro Signore.

CONCLUSIONE
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.