Ora media - Ambrosiano

Giovedì  della  10^  settimana del Tempo Ordinario
3^  settimana dopo Pentecoste

Sant'Antonio di Padova, sacerdote e dottore

O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.


Gloria. Alleluia.

INNI

- verso le 9 del mattino
si dice l’inno di TERZA

Tu che invocato ti effondi,
con il Padre e col Figlio unico Dio,
o Spirito, discendi
senza indugio nei cuori.

Gli affetti, i pensieri, la voce
cantino la tua lode;
la tua fiamma divampi
e gli uomini accenda d’amore.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli. Amen.

- verso le 12
si dice l’inno di SESTA

O Dio glorioso, altissimo sovrano,
che i tempi diversi alternando,
orni di dolce chiarità il mattino
e l’infocato meriggio avvampi,

placa la furia delle discordie,
spegni il funesto ardore dell’odio,
dona alle membra sanità e vigore,
agli animi dona la pace.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli. Amen.

- verso le 15
si dice l’inno di NONA

Perpetuo vigore degli esseri,
che eterno e immutabile stai
e la vicenda regoli del giorno
nell’inesausto gioco della luce,

la nostra sera irradia
del tuo vitale splendore;
premia la morte dei giusti
col giorno che non tramonta.

Ascoltaci, Padre pietoso,
per Gesù Cristo Signore,
che nello Spirito santo
vive e governa nei secoli. Amen.

SALMODIA
Salmo 118, 65-72 IX (Tet)
Meditazione della legge di Dio
Cristo offrendosi al suo tormento, tutti ci ammaestrò con la sua pazienza e ci risanò con le sue lividure (S. Ambrogio).

Ant. Per me la tua parola, Signore, *
è più che ricchezza d'oro e d'argento.


Hai fatto il bene al tuo servo, Signore, *
secondo la tua parola.

Insegnami il senno e la saggezza, *
perché ho fiducia nei tuoi comandamenti.

Prima di essere umiliato andavo errando, *
ma ora osservo la tua parola.

Tu sei buono e fai il bene, *
insegnami i tuoi decreti.

Mi hanno calunniato gli insolenti, *
ma io con tutto il cuore osservo i tuoi precetti.

Torpido come il grasso è il loro cuore, *
ma io mi diletto della tua legge.

Bene per me se sono stato umiliato, *
perché impari ad obbedirti.

La legge della tua bocca mi è preziosa *
più di mille pezzi d'oro e d'argento.

Gloria.

Ant. Per me la tua parola, Signore, *
è più che ricchezza d'oro e d'argento.


Salmo 55, 2-7b. 9-14
Fiducia nella parola di Dio
Si descrive Cristo nella passione (S. Girolamo).

Ant. Pietà di me, o Dio, *
perché l'uomo mi calpesta. +


Pietà di me, o Dio, perché l'uomo mi calpesta, *
+ un aggressore sempre mi opprime.

Mi calpestano sempre i miei nemici, *
molti sono quelli che mi combattono.

Nell'ora della paura, io in te confido. *
In Dio, di cui lodo la parola,

in Dio confido, non avrò timore: *
che cosa potrà farmi un uomo?

Travisano sempre le mie parole, *
non pensano che a farmi del male.

Suscitano contese e tendono insidie, +
osservano i miei passi, *
per attentare alla mia vita.

I passi del mio vagare tu li hai contati, +
le mie lacrime nell'otre tuo raccogli; *
non sono forse scritte nel tuo libro?

Allora ripiegheranno i miei nemici, +
quando ti avrò invocato: *
so che Dio è in mio favore.

Lodo la parola di Dio, *
lodo la parola del Signore,

in Dio confido, non avrò timore: *
che cosa potrà farmi un uomo?

Su di me, o Dio, i voti che ti ho fatto: +
ti renderò azioni di grazie, *
perché mi hai liberato dalla morte.

Hai preservato i miei piedi dalla caduta, +
perché io cammini alla tua presenza *
nella luce dei viventi, o Dio.

Gloria.

Ant. Pietà di me, o Dio, *
perché l'uomo mi calpesta.


Salmo 3
Il Signore mi sostiene
Cristo si è addormentato nella morte e si è risvegliato nella risurrezione, perché Dio lo sosteneva (S. Ireneo).

Ant. Quanti sono i miei oppressori! Molti insorgono contro di me. *
Vieni, Signore, a salvarmi!


Signore, quanti sono i miei oppressori! *
Molti contro di me insorgono.

Molti di me vanno dicendo: *
«Neppure Dio lo salva!».

Ma tu, Signore, sei mia difesa, *
tu sei mia gloria e sollevi il mio capo.

Al Signore innalzo la mia voce *
e mi risponde dal suo monte santo.

Io mi corico e mi addormento, *
mi sveglio perché il Signore mi sostiene.

Non temo la moltitudine di genti +
che contro di me si accampano. *
Sorgi, Signore, salvami, Dio mio.

Hai colpito sulla guancia i miei nemici, *
hai spezzato i denti ai peccatori.

Del Signore è la salvezza: *
sul tuo popolo la tua benedizione.

Gloria.

Ant. Quanti sono i miei oppressori! Molti insorgono contro di me. *
Vieni, Signore, a salvarmi!

TERZA

LETTURA BREVE
Rm 8, 14-15
Fratelli, tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio, costoro sono figli di Dio. E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto uno spirito da figli adottivi per mezzo del quale gridiamo: «Abbà, Padre!».

RESPONSORIO
Il mio grido raggiunga.

Il mio grido raggiunga *
la tua maestà, Signore.

Secondo la tua parola fammi comprendere.

La tua maestà, Signore.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.

Il mio grido raggiunga *
la tua maestà, Signore.

ORAZIONE
Dio, fondamento di ogni speranza,
sciogli le lebbra e i cuori nella lode di Cristo,
che, risorto glorioso da morte,
tornò a donare ai discepoli
le sue parole e i suoi gesti d'amore,
e ora vive e regna nei secoli dei secoli.

CONCLUSIONE
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.

SESTA

LETTURA BREVE
Sap 11, 23-24
Hai compassione di tutti, Signore, perché tutto tu puoi, non guardi ai peccati degli uomini, in vista del pentimento. Perché tu ami tutte le cose esistenti e nulla disprezzi di quanto hai creato.

RESPONSORIO
Risanami, Signore.

Risanami, Signore: *
contro di te ho peccato.

Io ho detto: Signore, abbi pietà.

Contro di te ho peccato.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.

Risanami, Signore: *
contro di te ho peccato.

ORAZIONE
Concedi alla tua Chiesa, o Dio,
di restare salda nella fede
custodendo intatto il tuo dono di grazia;
e il fuoco della tua carità
ogni giorno la infiammi e la rinnovi.
Per Cristo nostro Signore.

CONCLUSIONE
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.

NONA

LETTURA BREVE
Eb 2, 9
Fratelli, quel Gesù, che fu fatto di poco inferiore agli angeli, lo vediamo ora coronato di gloria e di onore a causa della morte che ha sofferto, perché per la grazia di Dio egli provasse la morte a vantaggio di tutti.

RESPONSORIO
Camminerò alla presenza del Signore.

Camminerò alla presenza del Signore *
nella terra dei viventi.

Egli mi ha sottratto alla morte e mi ha liberato.

Nella terra dei viventi.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.

Camminerò alla presenza del Signore *
nella terra dei viventi.

ORAZIONE
O Padre, che hai pacificato l'universo
nel sangue di Cristo versato sulla croce,
consuma alla fiamma del tuo amore
ogni dissenso degli animi
perché la Chiesa appaia senza offuscamenti
l'unico corpo del Figlio tuo,
che vive e regna nei secoli dei secoli.

CONCLUSIONE
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.