3- Sulla via del perdono

"Quando sarò innalzato dalla terra

attirerò a me tutti gli uomini".
(Gv 12,32)

MISERICORDIA IO VOGLIO

Voi sapete come siete stati liberati da quella vita senza senso che avevate ereditato dai vostri padri: il prezzo del vostro riscatto non fu pagato in oro o argento, cose che passano; siete stati riscattati con il sangue prezioso di Cristo. Egli si è sacrificato per voi come un agnello puro e senza macchia. Dio lo aveva destinato a questo già prima della creazione del mondo; ora, in questi tempi che sono gli ultimi, egli si è manifestato per voi. E voi, per mezzo di lui, credete in Dio che lo ha risuscitato dai morti e gli ha dato la gloria. Così la vostra fede e la vostra speranza sono rivolte verso Dio. (1 Pietro 1,18-21).

Capire

Gesù si fa uno di noi
per consentire a ogni uomo di diventare un autentico figlio di Dio.

La sua morte e la sua risurrezione
fanno entrare in una vita
davvero nuova.

Dio ti ama!

E lo fa
oltre ogni umana immaginazione.

Incredibilmente,
la fragilità del peccatore
spinge Dio alla misericordia.

Più il peccatore è tale,
più in Dio cresce il bisogno di misericordia
e la volontà di avvicinarsi a lui.

Dio non tollera minimamente il peccato
perché è intrinsecamente degenerazione e morte.

Per questo, interviene come solo Lui può fare:
libera e converte il peccatore, una volta per tutte.

Sempre!

Elevarsi

Salmo 130
Dal profondo a te grido, o Signore;
Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti
alla voce della mia preghiera.
Se consideri le colpe, Signore,
Signore, chi potrà sussistere?
Ma presso di te è il perdono:
e avremo il tuo timore.
Io spero nel Signore,
l'anima mia spera nella sua parola.
L'anima mia attende il Signore
più che le sentinelle l'aurora.
Israele attenda il Signore,
perché presso il Signore è la misericordia
e grande presso di lui la redenzione.
Egli redimerà Israele
da tutte le sue colpe.

Sperare

Da una preghiera di Silvano del Monte Athos
Dove sei, mio Dio misericordioso,
dove sei, luce senza tramonto?
Perché ti sei nascosto a me
e io non vedo più il tuo volto mite e luminoso?
Il mio cuore ti ha amato, Signore,
e per questo ti bramo ardentemente
e con lacrime ti cerco.
Tu hai abbellito il cielo con le stelle,
l'aria con le nuvole,
la terra con i mari, i fiumi e i verdi giardini
dove cinguettano gli uccelli,
ma la mia anima ha amato solo te,
e non guarda questo mondo,
anche se è bello.
Te solo desidera l'anima mia, o Signore!
Il tuo sguardo sereno e mite
non lo posso dimenticare,
e con lacrime ti supplico:
vieni e prendi dimora in me
e purificami dai miei peccati.
Tu vedi, dall'alto della tua gloria,
come l'anima mia si strugge a causa tua.
Non abbandonarmi,
ascolta il tuo servo: io grido a te,
come il profeta David:
«Abbia pietà di me, o Dio,
per la tua grande misericordia».