Questa settimana

SECONDA SETTIMANA DOPO L'EPIFANIA

Natura, Grazia, Storia

Io non credo in nessuna altra immagine di  uomo che non sia quella di Cristo. Ma Cristo vuol dire un crocifisso, vuol dire storia di un ucciso, di un assassinato per amore dell’uomo.
Perciò è un vero uomo l’immagine sostanziale dell’invisibile Dio.

Come dire: pienezza di umanità e, in quanto  pienezza di umanità, rivelazione della divinità.

Così, se togli Dio all’uomo, non hai la morte di Dio ma la fine dell’uomo.

L’uomo è chiamato a lottare contro ogni forma di morte affinché abbia a vincere sempre la vita.

Si tratta di una lotta nella piena libertà delle scelte, nel rispetto delle cose; quindi , un creato affidato nelle sue mani , dove l’intelligenza è sovrana : l’uomo chiamato a portare avanti la stessa creazione.

Una lotta che non può esaurirsi in sé stessa.

Perciò bisogna essere, comunque, fedeli a Cristo.

D. M. Turoldo, Diario dell’anima