T16 - “Chiesa dalle genti”, la croce-simbolo

Opera di Eduardo Brocca Toletti,
nella misura e nella forma riprende quella di San Carlo
che contiene la teca col Sacro Chiodo.

È stata creata utilizzando cinque legni diversi
a rappresentare i cinque continenti.
Al centro, un quadrato color porpora
per richiamare la memoria del sangue offerto.

Per misura e forma riprende quella di San Carlo che contiene la teca col Sacro Chiodo: è la croce scelta come simbolo del Sinodo minore, creata utilizzando legni diversi (ciliegio, acero, palissandro e noce) a rappresentare i cinque continenti, per significare appunto tutte le genti. Al centro, dove si incrociano le due braccia, un quadrato di legno color porpora o amaranto richiama la memoria del sangue offerto.

L’autore è Eduardo Brocca Toletti, che vive e lavora nel Varesotto, e ha già realizzato opere assemblando legni diversi (rappresentanti Paesi e razze differenti) attraverso tecniche particolari. Le ultime sette sculture a sfondo sacro di Brocca Toletti possono essere ammirate nella chiesa della Madonna del Carmine di Milano.

La croce sarà fotografata e riprodotta sulle immaginette e sui manifesti che saranno distribuiti alla celebrazione del 14 gennaio per essere affissi alle porte di tutte le chiese della Diocesi. La croce girerà nei prossimi mesi durante la Via crucis dell’Arcivescovo nelle Zone.