La Mensa Christi

Secondo una tradizione locale Gesù, dopo essere risuscitato dai morti, avrebbe mangiato con i suoi discepoli su una tavola di pietra a Nazareth.
«Alla fine apparve agli undici, mentre stavano a mensa, e li rimproverò per la loro incredulità e durezza di cuore, perché non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risuscitato».
(Mc 16,14)

 

 

La roccia (3.6 x 2.7 x 9 metri), utilizzata come altare, mostra diversi graffiti lasciati dalla venerazione dei pellegrini.
È conservata all’interno della Chiesa della "Mensa Christi".

 

 

 

 

Alle sue spalle un dipinto descrive la scena.

 

 

 

 

 

 

La Chiesa, visitabile su richiesta, si trova all’interno del quartiere arabo di Nazareth.

 

 

 

 

 

 

 

Al di sopra del portone d’ingresso si trova una tavoletta che ricorda la data di costruzione della Chiesa (1861).

Sul lato destro si possono vedere cinque croci, stemma dei francescani.
Il simbolo, usato dai crociati di Gerusalemme, ricorda le cinque ferite di Gesù durante la crocifissione (mani, piedi e costato).
A sinistra due mani forate dai chiodi (quella di Gesù Cristo e di San Francesco d’Assisi) circondano una croce, è il simbolo della custodia di Terra Santa.